fbpx

DeGusto

SCAPIN COMPIE 80 ANNI E SI REGALA L’OSTERIA IN FIANCO ALLA STORICA GASTRONOMIA DOVE PROPONE UN VIAGGIO DEL GUSTO TRA LE REGIONI ITALIANE.
 
CALENDARIO LUGLIO: 
Mercoledì  1 luglio ore 20:00 Cantine Monfort Lavis (Trentino)
Mercoledì  8 luglio ore 20:00  Qualità Club con Valentino Ramelli Il Prosciutto
Mercoledì  15 luglio 2015 ore 20:00 Cà Rovere, Consorzio Colli Berici (Vicenza)
Mercoledì 22  luglio ore 20:00 Qualità Club con Trota Oro
Mercoledì 29  luglio ore 20:00 Acetaia San Giacomo  (Reggio Emilia)
 
CALENDARIO EVENTI:
Mercoledì 6 maggio ore 20.00: Consorzio Valorizzazione Asparago di Verona (Veneto).
Mercoledì 13 maggio ore 20.00: Le Vigne di San Pietro (Veneto).
Mercoledì 20 maggio ore 20.00: Tenuta Asinara (Sardegna).
Mercoledì 27 maggio ore 20.00: Le Caselle (Lombardia).
Mercoledì 10 giugno ore 20.00: Cantine Monfort (Trentino).
Mercoledì 17 giugno ore 20.00: Corrado Benedetti (Veneto).
Mercoledì 24 giugno ore 20.00: Ca’ Lustra (Veneto).
COME NASCE DE GUSTO
Per celebrare l’importante traguardo degli 80 anni dell’azienda, Scapin ha ideato un’iniziativa che è stata battezzata DeGusto – Viaggio in Italia tra cibo e vino. Un tema che si attaglia a quello dell’Expo, costruito per stimolare la curiosità dei veronesi ma anche dei turisti internazionali. “Ogni mercoledì sera – spiega Nicola Scappini – da fine aprile e per tutta l’estate si potrà esplorare il Bel Paese attraverso i suoi giacimenti enogastronomici, consentendo agli appassionati di appagare curiosità e stimolare quello spirito di ricerca che conduce a preziose trouvaille in tema di cibo e vino. Il tutto ad un prezzo calmierato, in linea con lo spirito “divulgativo” delle serate conviviali. L’aspetto a nostro avviso particolarmente interessante è che sarà presente alla serate il produttore protagonista, che racconterà agli ospiti da dove nascono i vini e le specialità che si alterneranno in calendario.”
Il viaggio comincerà dal Veneto e dalle regioni limitrofe, proponendo aziende che non perseguono i grandi numeri ma la qualità del prodotto, così che i gastronauti abbiano la possibilità di degustare prodotti di nicchia, che Scapin ha selezionato appositamente per loro. Per ogni regione verranno scelti un produttore di vino e un artigiano del gusto che presenteranno le proprie specialità.
 
Il calendario
Aprile
Mercoledì29aprileore20.00: Azienda Agricola Secondo Marco (Veneto). A Fumane, nel cuore della Valpolicella Classica, Marco Speri produce i suoi vini, Amarone, Ripasso, Recioto e Valpolicella. Una produzione da 40mila bottiglie l’anno, ciascuna delle quali espressione di una spiccata personalità, cifra distintiva di questo giovane produttore che sa il fatto suo.
Maggio
Mercoledì6maggioore20.00: Consorzio Valorizzazione Asparago di Verona (Veneto). La Provincia di Verona rappresenta una delle zone maggiormente votate alla coltivazione di questo pregiato  ortaggio. Nei comuni di Arcole, Zevio, Belfiore e Cologna Veneta vi sono le aree di maggior produzione dell’asparago bianco, una varietà ricca di innumerevoli proprietà organolettiche. Ricco di fibra alimentare, sali minerali (calcio e fosforo), proteine, vitamine del gruppo A e C e ferro, l’asparago è un toccasana, con pochissime calorie e privo di colesterolo. Lo si consuma in zuppe, in risotti, in antipasti freddi, nelle frittate, in abbinamento a carni e pesce. A promuoverne la tutela è il Consorzio Valorizzazione Asparago di Verona.  
Mercoledì 13 maggio ore 20.00: Le Vigne di San Pietro (Veneto). In vent’anni di viticoltura, Carlo Nerozzi è approdato alla sua idea di vino, concepito come elemento di trasmissione della cultura di un territorio e della passione che l’uomo esprime nel proprio lavoro. Da qui nascono i vini de Le Vigne di San Pietro, che a doti di aromaticità e concentrazione abbinano la leggerezza che caratterizza la zona dell’anfiteatro morenico del Garda. Una produzione che comprende sia la freschezza dei bianchi, dove figurano le migliori espressioni di Custoza e Moscato, sia il Bardolino e i più importanti tagli di Merlot, Cabernet  e Amarone.
Mercoledì 20 maggio ore 20.00: Tenuta Asinara (Sardegna). La Tenuta Asinara, che si affaccia sull’omonimo golfo, ha una particolarità di affiancare la coltivazione della vite all’allevamento degli asinelli bianchi dell’Asinara, dall’origine leggendaria. Un binomio – spiega la famiglia Sassu – che fa parte di un’unica passione e di un unico progetto: quello di conservare e far rinascere le cose preziose di questo lembo di terra sul mare. Anticonformista anche la scelta di attribuire ai vini i nomi degli asini: Birbante, spumante prodotto secondo la saggezza dei vignaioli con grappoli del diradamento tardivo. Indolente Rosso, un Cannonau, e Indolente Bianco, un Vermentino. La serata è organizzata dall’Associazione Asinology, che promuove attività sociali e culturali legate agli asini.
Mercoledì 27 maggio ore 20.00: Le Caselle (Lombardia). Gianfranco Cantatori, insieme alla moglie Raffaella conduce l’azienda e l’agriturismo con la stessa passione dei suoi avi mettendo al primo posto il rispetto della natura. La punta di diamante di Corte “Le Caselle” è soprattutto l’allevamento all’aperto dell’eccellentissimo cappone dei Gonzaga, delle faraone, dei galli ruspanti, delle anatre e dei tacchini selvatici. Altrettanto rinomate le mostarde de “Le Caselle”, preparate in modo esclusivamente artigianale, seguendo una ricetta di famiglia e usando solo frutta di stagione appena raccolta.
Giugno
Mercole dì 10 giugno ore 20.00: PRESENTAZIONE NUOVA CARTA ESTIVA-
Cantine Monfort (Trentino) PROSSIMAMENTE DA SCAPIN. Cantine Monfort vanta un’esperienza vinicola dal 1945. L’azienda si trova a Lavis, un borgo vicino a Trento, da sempre al centro della produzione vitivinicola trentina. La cantina si colloca a palazzo Monfort, un tempo residenza dei Conti de Melchiori. Qui nascono i vini frutto dell’esperienza di vinificatori d’uve trentine, sotto il controllo di enologi esperti. La prima cuvée di bottiglie di spumante è del 1985, un esperimento trasformatosi rapidamente in un impegno durevole. Nel corso degli anni la continua ricerca delle migliori uve, da destinare a base spumante, ha permesso a questa cantina di accrescere costantemente la sua qualità. Cantine Monfort si dedica con passione alla produzione di spumanti Trentodoc, nelle versioni Brut, Rosè e Riserva.
Mercoledì 17 giugno ore 20.00: Corrado Benedetti (Veneto). La tradizione gastronomica della famiglia Benedetti inizia dal mastro casaro Angelo Benedetti, che  con la figlia Pasqua, direttamente in malga, trasformava il latte profumato in formaggi deliziosi che vendeva nella sua bottega. Quando Pasqua sposò Vittorio, che di cognome faceva anche lui Bendetti, il matrimonio si fece anche tra la tradizione casearia e la salumeria artigianale, di cui Vittorio era il depositario.Ora il testimone è passato nelle mani di Corrado, il loro figlio, che  ha coniugato la maestria artigiana con lo spirito imprenditoriale. Avezzo a far parlare la qualità dei suoi prodotti, Corrado perpetua la tradizione Benedetti stagionando formaggi, producendo salumi, conserve e mille altre prelibatezze dalle origini antiche ma assolutamente attuali.
Mercoledì 24 giugno ore 20.00: Ca’ Lustra (Veneto). CaLustra è il risultato dell’impegno umile ed appassionato di Franco e Marco Zanovello, che curano direttamente i 25 ettari a vigneto e altri 15 di bosco di castagno, uliveto e pascolo. I risultati più significativi, in linea con la naturale vocazione della zona, nel cuore dei Colli Euganei, vengono dai Merlot, Carménère e Cabernet Sauvignon, Moscato Bianco e Fior d’Arancio, ma anche Manzoni Bianco, Chardonnay, Tocai e Garganega.  In questo momento Ca’ Lustra sta consolidando le prove con alcuni antichi vitigni locali, in particolare le bianche Pinella e Pedevenda e le rosse Turchetta e Corbinella.

DeGusto